Equiseto

vedi stile:
Vedi: 20 40 Tutti

Con il termine equiseto ci si riferisce, in genere, all’Equisetum arvense, noto anche come equiseto comune o coda di cavallo. L’equiseto trova un certo spazio come blando diuretico e depurativo. Sottoforma di decotto è indicato in presenza di edema postraumatico (gonfiore dopo una botta), stati infiammatori ed infezioni delle vie urinarie inferiori (cistiti, uretriti, prostatiti), per il trattamento della renella (facilita l’espulsione dei calcoli renali piccoli, di consistenza sabbiosa) e per “sgonfiare” gambe e caviglie pesanti. Per lo stesso motivo, il decotto viene proposto come coadiuvante nelle diete e nelle terapie dimagranti; il suo effetto drenante può risultare utile in presenza di gotta e ritenzione idrica. Per la sua ricchezza in sali minerali, l’equiseto è un valido remineralizzante, utile per rinforzare ossa, unghie e capelli.